Convegno: "Il caso e la necessità. Il futuro delle assicurazioni 'sociali': il ruolo di Consap sul modello del fondo di garanzia per le vittime della strada"

L'8 maggio 2013 si è tenuto, presso l'Auditorium della Consap, il Convegno: "Il caso e la necessità. Il futuro delle assicurazioni 'sociali': il ruolo di Consap sul modello del fondo di garanzia per le vittime della strada". Durante l'evento, organizzato da Consap e che ha visto la presenza di esperti provenienti dal mondo accademico, giornalistico e assicurativo, sono stati illustrati i risultati della ricerca realizzata dall'Istituto Piepoli, "Le ipotesi di assicurazione sui rischi da catastrofi naturali" e "Dinamiche del risk management nel comparto sanitario e ipotesi di sviluppo assicurativo".

Lo studio, condotto attraverso una serie di interviste a un pool di 12 esperti, ha focalizzato l'attenzione sul tema del futuro delle assicurazioni “sociali”, in particolare quello dei danni derivanti da calamità naturali e dei sinistri in ambito sanitario, evidenziando la necessità, resa più impellente dalla crisi economico-finanziaria, di ricorrere, anche in Italia, a un'assicurazione obbligatoria per quanto riguarda la gestione di eventi catastrofali e di "medical malpractice". Il modello di assicurazione proposto dovrà basarsi sui principi di solidarietà, sussidiarietà nonché trasparenza e terzietà, per garantire l'eguaglianza tra i cittadini e per evitare che si creino nicchie svantaggiate e, altresì, dovrebbe basarsi su un sistema misto, un sistema cioè che veda la partnership tra il settore privato e pubblico, rappresentando una cintura di sicurezza per il cittadino in un momento generale di difficoltà della finanza pubblica.

In tale contesto, infatti, sarebbe necessario – è emerso durante il dibattito – che l'assicurazione obbligatoria contro i rischi catastrofali e i sinistri in ambito sanitario sia affiancata da un fondo di garanzia, sul modello di quello per l'r.c. auto a tutela delle vittime della strada, che permetterebbe al sistema di welfare nazionale di gestire meglio le criticità in un'ottica di solidarietà e di maggior equilibrio tra costi e prestazioni. L'esperienza ormai pluriennale del fondo di garanzia per le vittime della strada gestito da oltre 20 anni da Consap, infatti, costituisce un modello di “economia sociale di mercato” importante ed efficace per sostenere, attraverso un meccanismo pubblico/privato quelle funzioni essenziali che la fiscalità pubblica ha difficoltà a mantenere a causa della grave crisi economica che attanaglia il nostro Paese.