Franchigie

La mancanza di informazioni sull'ammontare effettivo del danno risarcito dall'impresa gestionaria non consente all'impresa debitrice di esercitare il diritto di recupero della franchigia a carico dell'assicurato eventualmente previsto nel contratto di assicurazione.

Le imprese assicuratrici hanno quindi previsto una procedura che consenta comunque di garantire il recupero della franchigia.

Le imprese debitrici, successivamente al ricevimento della distinta contabile di addebito di un sinistro rientrante nella disciplina del risarcimento diretto, comunicano alla Stanza di compensazione gli importi delle franchigie eventualmente previsti nel contratto r.c. auto del responsabile.

La Stanza di compensazione comunica quindi all'impresa debitrice se l'ammontare del sinistro si collochi al di sopra ovvero al di sotto dell'importo della franchigia. Solo in quest'ultimo caso, l'impresa debitrice viene messa a conoscenza dell'esatto importo del risarcimento corrisposto per suo conto, ai fini del recupero della franchigia dal proprio assicurato.

Non sono ammesse richieste di rimborso del sinistro da parte di contraenti/responsabili assicurati con polizza con franchigia.